Categoria: Sistemistico

Guida veloce per modificare la tonalità di un MP3 con Audacity

7 Gennaio 2012 di In: Sistemistico

Prima di tutto, installate Audacity (disponibile qui). Esiste sia per Win che Linux. Se avete linux vi consiglio di installarlo tramite il gestore di pacchetti.

  1. Aprite l’MP3 della canzone a cui volete cambiare la tonalità con Audacity SS1
  2. Selezionate tutto lo spettro della canzoneSS2
    ss2b
  3. Selezionate “Effect” > “Change Pitch” (o “Effetti” > “Cambia Tonalità” o “Cambia Intonazione”)
  4. SS3

  5. Impostate di quanti toni sopra o sotto (-) volete modificare la canzone e premete “OK”. Attenzione! L’unita di misura è il semitono. In questo caso la canzone è in MI (E) e dobbiamo trasporla in Sol# (G#). Quindi 4 semitoni più acuta dell’originale.
    ss4
  6. Selezionate “File” > “Export” (o “File” > “Esporta Audio”) e decidete in che formato e dove salvare il file.ss5

Come convertire un file FLV (Video Flash) in MP3 in Ubuntu 11.10

7 Gennaio 2012 di In: Sistemistico

E’ possibile convertire un filmato FLV, quello che estraete da youtube o similari per capirci, in MP3.
Basta usare ffmpeg

ffmpeg -i movie.flv -f mp3 sound.mp3

Se non avete ffmpeg installato, scrivete in un terminale

apt-get install ffmpeg

Testato e funzionante su Ubuntu 11.10!
Quasi più facile di Windows per cui sicuramente dovreste scaricare un’applicazione apposita.

Batch: cancellare un file in tutte le sottodirectory.

19 Settembre 2011 di In: Sistemistico

Ho scoperto oggi che è possibile con un solo comando cancellare tutte le occorrenze di un file in una cartella e in tutte le sue sottocartelle con un semplice comando.

1
del /S [percorso] [nomefile]

“Bloccato l’accesso ai seguenti allegati potenzialmente pericolosi” MA PORC..@#!$

17 Giugno 2011 di In: Sistemistico

Ieri dopo anni mi è ricomparso questo errore perché un mio contatto mi aveva mandato un file exe come allegato.
Se siete sicuri che non siete dei mammalucchi e sapete distinguere un exe buono da uno malevolo vi spiego come sbloccarlo.

Le cose da fare sono poche:
1) uscire da outlook
2) entrare nel registro (Avvio -> Esegui -> Regedit) e andare alla voce relativa alla versione installata sul vostro pc:
Microsoft Office Outlook 2007
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Outlook\Security
Microsoft Office Outlook 2003
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Outlook\Security
Microsoft Outlook 2002
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Outlook\Security
Microsoft Outlook 2000
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Outlook\Security
3) Da questa posizione selezionate “Nuovo” -> “Valore Stringa” e lo chiamate “Level1Remove
4) Poi modificate il valore della voce che avete appena creato inserendo l’estensione che volete sbloccare preceduta dal punto.

Quindi se volete sbloccare solo gli exe scriverete “.exe“.  Se volete sbloccare gli exe e i com “.exe;.com”

5) Avviate outlook e godetevi il virus che vi hanno mandato 😀

Cheers!

Aggiungere un gruppo di dominio al gruppo Administrators locale

1 Luglio 2009 di In: Networking, Sistemistico

Può presentarsi la necessità di dover aggiungere un gruppo di dominio al gruppo Administrators locale di una macchina.

Nel mio caso mi trovavo in presenza di una foresta Active Directory 2003. Con un parent domain e 2 child domain e stavo installando un programma che per fare il deploy dei client necessita di credenziali amministrative. Quindi avevo necessità che un solo utente potesse “occuparsi” delle installazioni in tutta la foresta.

. Ci siamo accorti che il gruppo degli enterprise admins non aveva privilegi sui domini figli. Cercando in internet abbiamo trovato 2 strade: modificare il gruppo degli Administrators locale tramite GPO (ma il gruppo che aggiungevamo andava a sostituire gli administrators definiti in precedenza) o utilizzare Group Policy Preferences (che abbiamo scoperto dopo essere una feature di Windows Server 2008.

La soluzione provvidenziale ci è stata data da uno script in vbs che va fatto eseguire ai client da dominio.

script.vbs

1
2
3
4
5
6
7
On Error Resume Next
 
'get main objects/variables
Set ws = WScript.CreateObject ( "WScript.Shell" ) compname = ws.ExpandEnvironmentStrings ( "%COMPUTERNAME%" ) Set adGrp = GetObject ( "WinNT://" & compname & "/Administrators,group" )
 
'add domain groups to local admin group
adGrp.Add ( "WinNT://[MyWindowsDomain]/[GroupIWantToAdd],group" )

Lo script è abbastanza semplice da capire. Ovviamente il testo racchiuso tra parentesi quadre va modificato in base alle vostre esigenze.

Script FTP (Windows)

31 Maggio 2009 di In: Networking, Sistemistico

Può nascere la necessità di dover creare una procedura automatizzata per la connessione ad un server FTP. Ci sono molti modi per affrontare la problematica; la più veloce è decisamente servirsi di un file batch e di uno scriptino contenente i comandi FTP.

ftp -s:script.txt ftp.dominio.it

questo comando non fa altro che connettersi sulla porta 21 del server ftp.dominio.it e gli passa i comandi scritti nello script.txt.

1
2
3
4
5
6
7
[utenteFTP]
[password utente FTP]
bin
lcd [directory locale interessata]
cd [directory interessata]
put [files]
bye

Nota importante: se i file che dovete trasferire, sia in un senso e sia nell’altro, sono più di uno dovete aggiungere l’opzione -i al comando ftp. In questo modo si disattiva l’interattività dell’utente.

eeebuntu sul mio eeepc

13 Dicembre 2008 di In: Sistemistico

Finalmente un linux sul mio eeepc. L’ho comprato da qualche mese e non pensavo proprio a sostituire l’XP Home installato. Poi lo scorso weekend non sapevo cosa fare e ci ho dato dentro: sono rimasto in piedi fino alle 4 di mattina ma ne è valsa la pena.

Se avete intenzione di installarlo anche voi RICORDATE di seguire le istruzioni che sono nel forum e non scaricare la “easy installation guide” pdf nella pagina dei download.

L’installazione viene a partire dalla creazione da una chiavetta USB bootable (quindi dovete avere necessariamente un altro sistema linux a disposizione).

Importante: La chiavetta USB deve avere come file system FAT32 e non ext2 come si sostiene nella guida.

Seguiti tutti i passi per l’installazione ho trovato un piccolo baco. Appena avviato il sistema operativo avevo necessità di passare dei dati via chiavetta USB ma quando l’ho inserita mi dava sempre errore su un’opzione di mount errata. Ho cercato in internet e ho trovato che per risolvere basta commentare l’ultima riga di fstab e cioè:

#/dev/sdb1 /media/cdrom0 udf,iso9660 user,noauto,exec,utf8 0 0

fatto questo mi è bastato configurare la scheda di rete… e poi godermelo.

AVG segnala user32.dll infetto da trojan: falso positivo.

9 Novembre 2008 di In: Sistemistico

AVG negli aggiornamenti di questi giorni (ho gia verificato in internet) ha seminato il panico tra i suoi utenti.
Chi si è trovato davanti ad una segnalazione di infezione di C:\windows\system32\user32.dll, soprattutto chi è meno esperto, avrà tentato di pulire il file o di cancellarlo: pessima scelta. Anche gli anti-virus sbagliano.
Se avete cancellato o tentato di pulire il file vi siete ritrovati con un bel BSOD e il computer che ri riavvia, un altro BSOD e il computer che si riavvia e così via. A quanto pare il file in questione è molto importante per il sistema operativo.

Ora, ho cercato in internet varie soluzioni: qualcuno proponeva di utilizzare una distribuzione linux recente (perché non abbia problemi con NTFS) per poter accedere ai dischi e poter copiare la dll dal repository locale. Infatti, a quanto capisco, tutte le dll sono copiate in c:\windows\system32\DLLcache e quindi basta un copiare la versione contenuta nella cartella DLLcache in system32 per mettere le cose a posto. Ma purtroppo questa operazione non mi ha aiutato.
Mi ha aiutato invece il cd di windows. Avviando il pc da cd-rom e selezionando il recovery dell’installazione* in 20 minuti ha risolto la situazione alla grande.

*Per capirci: appena arrivate al menu di installazione NON premete subito “R”. Fingete di dover installare da 0 il sistema operativo. Successivamente l’installer si accorgerà della precedente installazione e vi chiederà se volete ripristinarla.

Grazie AVG per il bel pomeriggio che mi hai fatto passare!

Ve vegnesse el cagotto! (tipico augurio veneto)

Client Telnet su Vista

26 Settembre 2008 di In: Networking, Sistemistico

Oggi mi sono accorto che su Vista (su un computer che non era il mio, tengo a precisare) il telnet in una configurazione di default non funziona. O meglio.. non riconosce il comando. Vabbe che telnet è vecchio e insicuro ma è ancora molto utile, ad esempio per vedere se un servizio è in ascolto su una determinata porta.

Cercando su internet ho trovato come riabilitarlo. Basta andare su:
Pannello di controllo > Programmi e funzionalità > Attivazione e disattivazione delle funzionalità Windows > e spuntare “Client Telnet”. Successivamente vi verrà chiesto di riavviare il pc.

Connessione Desktop Remoto /console

26 Settembre 2008 di In: Sistemistico

A partire da Vista e dal service pack 3 per Windows XP avrete notato che il client RDP è cambiato.
Tra le differenze ce n’è una abbastanza importante, infatti non esiste più l’opzione /console che ora è sostituita da /admin.

Quindi per avviare il client RDP in modalità console dovrete digitare:

mstsc /v:192.168.1.66 /admin