Archivi

Firefox: Disabilitare Navigation Bar

4 marzo 2015 di In: Sistemistico

per poter disabilitare la barra degli indirizzi da firefox è necessario:

  • raggiungere la cartella %APPDATA%\Mozilla\Firefox\Profiles\
  • Entrare nel profilo (che di solito è uno)
  • Creare una cartella chiamata Chrome ed entrarci
  • creare un file chiamato userChrome.css con all’interno la riga #nav-bar { display:none !important;}

Windows: come associare un’estensione ad un programma da command line

18 febbraio 2015 di In: Sistemistico

Per associare un’estensione ad un programma specifico è necessario eseguire due comandi:

assoc .[estensione]=[Nome univoco del tipo di file]
ftype [Nome univoco del tipo di file]=[Percorso per arrivare al programma]\[Nome eseguibile] "%1"

Assoc associa l’estensione ad un tipo di file/documento (Il più comune forse è textfile).
ftype associa il tipo di file/documento all’applicazione con cui lo volete aprire.

Quindi, per esempio, se vogliamo associare l’estensione PDF ad un dato programma dobbiamo scrivere

C:\Users\net-addiction> assoc .pdf=CiccioPDF.Document
C:\Users\net-addiction> ftype CiccioPDF.Document="C:\percorso\totale\LettorePDF.exe" "%1"

Il %1 è la variabile che contiene il nome del file che volete aprire.

Attenzione:
1) I comandi devono essere eseguiti con “Esegui come amministratore”.
2) Se volete eseguire i comandi con un file batch ricordate di sostituire “%1” con “%%1”.

Windows 7, l’utilità di deframmentazione e gli SSD.

30 gennaio 2015 di In: Sistemistico

Ricordate 2 cose:

  • Se avete un SSD (disco a stato solido) dovete disattivare la deframmentazione del disco (perché tra le altre cose può ridurre la vita del disco stesso). Per approfondire, guardate qui (Achab.it).
  • Se avete installato sul vostro sistema Windows 7, c’è una pianificazione della deframmentazione dei dischi di notte che gira in background.

Se nel vostro caso si applicano entrambe le condizioni… disabilitate, disabilitate e disabilitate la deframmentazione.

MSSQL: Error 4046 – Cannot open user default database. Login failed. Login failed for user

31 dicembre 2014 di In: Sistemistico

Ieri, seguendo le istruzioni di un supporto per risolvere un problema di creazione di un database per un’applicazione mi sono imbattuto in quest’altro problema. L’azione che lo ha scatenato è stata la modifica del database di default per l’utente che utilizzavo.
Il risultato è stato che non riuscivo più a connettermi al server con Management Studio e visualizzavo l’errore nel titolo.

La soluzione, cercata in internet è velocissima.

1) Nella schermata di login, Cliccando il bottone “opzioni” potrete selezionare il database a cui connettervi.
Selezionate “master“. Questo vi permetterà di connettervi. Ma per riavere tutte le funzionalità…

2) dovrete eseguire questa query:

ALTER LOGIN [utente] WITH DEFAULT_DATABASE = master;

PHP: Variabili di variabili e Nome dinamico delle variabili

11 dicembre 2014 di In: Script

Variabili di variabili

In PHP è possibile utilizzare il valore contenuto in una variabile come nome di un’altra variabile:

<?php 
$Vietnam = "!";
$Morning = "Vietnam";
$Good = "Morning";
$a = "Good";
 
echo $a; // Mostra Good
echo $$a; // Mostra Morning
echo $$$a; // Mostra Vietnam
echo $$$$a; // Mostra !
// Quindi...
echo $a . " " . $$a . " " . $$$a . " " . $$$$a; // Mostra Good Morning Vietnam!
?>

Nome dinamico delle variabili

Se avete bisogno di comporre il nome di una variabile utilizzando altri nomi di variabili potete usare questo metodo:

<?php
$a = 'Power';
${$a.'Ranger'} = 'Alpha';
$b = 'Chord';
${$a.$b} = 'E5';
 
echo $PowerRanger; // Mostra Alpha
echo $PowerChord; // Mostra E5
?>

6 link che ti mostreranno cosa Google sa di te

21 novembre 2014 di In: Internet

Vagando per internet mi sono imbattuto in questo articolo (in inglese) e mi sono preso la briga di tradurlo per voi.

Volete sapere cosa Google sa di voi? Ecco 6 link che vi mostreranno alcuni vostri dati in possesso di Google.

1. Scoprite cosa Google pensa di voi

Al fine di fornire annunci appropriati, Google raccoglie i vostri dati e ne crea un profilo. Potete controllare e rivedere le informazioni che Google ha su di voi qui:
http://www.google.com/settings/ads/

Google ha anche uno strumento chiamato Google Analytics, che aiuta i gestori dei siti a vedere quali pagine avete visto nel loro sito, quanto volte lo avete visitato, per quanto tempo siete stati connessi etc. Potete decidere, tramite un’opzione, di evitare che questi dati vengano raccolti:
http://tools.google.com/dlpage/gaoptout

2. Cronologia dei posti in cui siete stati

(Forse la cosa più spaventosa – Nota di Net-Addiction)
Se usate Android, il vostro dispositivo mobile potrebbe mandare i dati della vostra posizione a Google. Potete vedere la cronologia dei posti in cui siete stati qui:
https://maps.google.com/locationhistory

3. Cronologia delle vostre ricerche in Google

Google salva ogni ricerca che fate. Oltre a ciò, registrano ogni annuncio di Google che avete cliccato. Questo log è disponibile nei controlli della cronologia web di Google:
https://www.google.com/history/

4. Rapporto mensile di sicurezza e privacy da Google

Google vi offre un pagina delle attività effettuate dall’account che vi mostra tutti i servizi di Google che state usando. Potete anche abilitare un report che vi verrà inviato via email:
https://www.google.com/settings/dashboard

5. Tutte le app e le estensioni che accedono ai tuoi dati Google

Nella pagine delle attività effettuate dall’account potete trovare la lista di tutte le app che hanno un qualsiasi tipo di accesso ai tuoi dati. Potete vedere i permessi concessi all’applicazione ed eventualmente revocarne l’accesso qui:
https://security.google.com/settings/security/permissions

6. Esportate tutti i vostri dati da Google

Google vi permette di esportare tutti i vostri dati: preferiti, email, contatti, i file in Google Drive, le informazioni del vostro profilo, i vostri video in YouTube, le vostre foto e altro qui:
https://www.google.com/takeout

BONUS

Google mantiene inoltre la cronologia di tutte le vostre ricerche YouTube. Potete trovarla qui:
https://www.youtube.com/feed/history/search_history

QNAP: Errore “The NAS registration in DNS failed”

27 ottobre 2014 di In: Sistemistico

Se ricevete ripetutamente l’errore nel titolo potete risolvere modificando il file di configurazione di SMB.
Basta aggiungere una riga sotto la sezione [global].

  1. Connettetevi in SSH alla NAS in questione con un’utenza amministrativa
  2. Entrate in modifica nel file di configurazione di SMB digitando vi /etc/smb.conf
  3. Scorrete la sezione [global] fino alla fine e premete i per entrare in modalità inserimento.
  4. Inserita la riga client ldap sasl wrapping = sign
  5. Premete ESC per uscire dalla modalità inserimento e digitate :wq per salvare e uscire dal file

Il demone smbd ricarica i file di configurazione ogni minuto. Se proprio volete forzare il ricaricamento degli stessi eseguite
killall -HUP smbd e
killall -HUP nmbd

Perl: automatizzare il dump di un database MySQL remoto via PHPMyAdmin

26 ottobre 2014 di In: Script, Sistemistico

Ho appena finito di scrivere questo script in Perl che permette di scaricare in locale un dump in formato SQL di un server MySQL remoto tramite PHPMyAdmin (d’ora in poi PMA).
In questo caso il server MySQL è quello di Aruba e PMA è in italiano.
Lo script simula una navigazione nel sito quindi è possibile che non funzioni con tutte le versioni di PMA.

Lo script è chiaramente migliorabile. La prossima versione permetterà l’esecuzione da terminale passando gli argomenti necessari e sarà in formato EXE.

#!/usr/bin/perl -w 
use strict;
use WWW::Mechanize;
my $login    = "XXXXXXX";
my $password = "Password!";
my $url = "http://mysql.aruba.it/login/index.php?lang=it-iso-8859-1";
my $url2 = "http://mysql.aruba.it/phpMyAdmin-5/server_export.php";
my $url3 = "http://mysql.aruba.it/phpMyAdmin-5/navigation.php";
my $dumpfile = 'c:\Percorso\del_file\di_output\DBdump.sql';
my $mech = WWW::Mechanize->new();
 
print "1 - Connessione\n";
$mech->get($url) or die "ERRORE: Impossibile raggiungere il sito web\n" ;
 
print "2 - Autenticazione\n";
$mech->form_with_fields(("utente","password","controllo")) or die "ERRORE: Impossibile trovare un form con i campi\n" ;
$mech->field("utente",$login);
$mech->field("password",$password);
$mech->submit_form(); 
 
print "3 - Download del backup\n";
$mech->get($url2);
$mech->form_name("dump");
$mech->submit_form() or die "ERRORE: Impossibile raggiungere la pagina esporta\n";
$mech->save_content ( $dumpfile ) or die "ERRORE: Impossibile salvare il file\n";
 
print "4 - Disconnessione\n";
$mech->get($url3);
$mech->follow_link( tag => 'a', n => 3 ) or die "ERRORE: Impossibile disconnettersi\n" ;

Imperva pubblica un report sugli attacchi alle applicazioni web

14 ottobre 2014 di In: Networking

… e sorpresa delle sorprese: WordPress è il CMS più preso di mira.
In realtà non può essere una sorpresa perché, data la sua diffusione, è normale che gli hacker lo prendano di mira.
Io rimango dell’avviso che il problema di WP non è il core ma tutti i plugin, sviluppati da chissà chi in giro per il mondo, che puntano a fornire la funzionalità di turno, tralasciando possibili falle di sicurezza.

Qui sotto potete trovare il link all’articolo (in inglese):

http://www.securityweek.com/wordpress-most-attacked-cms-report

Mentre qui avete il link al report (in inglese):

http://www.imperva.com/docs/HII_Web_Application_Attack_Report_Ed5.pdf

Buona lettura.

Norse – IPViking Live – Monitor mondiale degli attacchi informatici

12 ottobre 2014 di In: Networking

Grazie ad un link di un collega sono venuto a conoscenza di questo monitor che mostra gli attacchi informatici che stanno avvenendo ora nel mondo.
Vengono mostrati gli indirizzi IP, gli stati attaccanti, gli stati attaccati e i servizi che sono l’oggetto dell’attacco.
Chiaramente non sono tutti gli attacchi ma circa il 10% di quelli totali.

http://map.ipviking.com/